Luoghi decesso

Vediamo cosa fare quando viene a mancare una persona cara:

Decesso in Ospedale: Se il decesso avviene in ospedale, occorre contattare subito l’impresa di fiducia. Se è la prima volta che si affronta questo delicato momento, è bene non farsi condizionare dagli interessati “suggerimenti” di persone che non si conoscono bene, ma piuttosto chiedere consiglio a parenti od amici che prima di voi hanno affrontato un lutto.
Se si vuole spostare la salma in altro luogo, ad esempio nella  Casa Funeraria, è necessario comunicarlo immediatamente al personale ospedaliero, in modo da evitare che venga stilato l’accertamento di morte (solitamente redatto dal medico di turno ca. 2 ore dopo la constatazione di decesso e comunque sempre a seguito di un E.C.G della durata di almeno 20 minuti). Se l’accertamento di morte viene redatto prima dell’arrivo dei parenti o senza che questi ne siano a conoscenza, il cadavere è trasportabile solo 24 ore dopo il decesso e a bara chiusa, dietro autorizzazione rilasciata dal Comune ove il decesso è avvenuto, previa presentazione allo stesso della denuncia di morte.

Decesso in Abitazione: Se il decesso avviene in abitazione privata, occorre avvertire il medico curante o la guardia medica. Se si vuole spostare la salma in altro luogo, ad esempio nella  Casa Funeraria, occorre farsi compilare dal medico intervenuto il modulo apposito per il Trasporto salma prima dell’accertamento di morte.  L’impresa funebre contattata provvederà poi all’eventuale spostamento della salma, alla vestizione e al disbrigo dei documenti necessari per la chiusura della bara e la sepoltura.

Decesso in Casa di Riposo: Il decesso che avviene nelle Case di Riposo segue lo stesso iter del decesso avvenuto in abitazione privata, tranne per l’intervento del medico curante, che normalmente viene contattato dal personale della struttura. Anche in questo caso, come per il decesso in Ospedale, è bene non farsi condizionare nella scelta dell’Impresa Funebre dai “suggerimenti” dati da persone che non si conoscono bene: nell’incertezza è sempre meglio chiedere a parenti o ad amici.

Decesso per morte improvvisa o violenta: Nel caso di morte improvvisa o violenta in casa o in strada occorre contattare immediatamente, oltre al 118, le Forze dell’Ordine. Polizia o Carabinieri provvederanno ad autorizzare la rimozione della salma e a rilasciare il nulla osta da presentare al comune ove è avvenuto il decesso, al fine di ottenere le autorizzazioni necessarie allo svolgimento dei funerali. I familiari possono nel frattempo contattare l’impresa funebre di fiducia, che seguirà tutta la procedura burocratica del caso per organizzare i funerali.